I “fare” e i “non fare” del marketing su YouTube

Ci sono molti motivi per cui è davvero importante mettere a punto la propria presenza su YouTube. Il più importante, e forse il più ovvio, è che è di proprietà di Google e quindi è probabile che influisca sulla vostra attuale strategia digitale e sulla SEO.

Altri motivi importanti sono: YouTube è il più grande attore del Video Marketing ed è il secondo motore di ricerca più grande della rete (più grande di Bing, Yahoo!, Ask e AOL messi insieme!)

Questi motivi dimostrano che sempre più persone si rivolgono ai video per imparare a svolgere le comuni attività quotidiane e per verificare prodotti e servizi prima di impegnarsi in un acquisto.

Operare senza una strategia di video marketing non è più un’opzione.

La struttura del canale è fondamentale

Se avete già stabilito che avere una presenza su YouTube è una buona idea e avete creato il vostro canale YouTube, allora è necessario dedicare del tempo a capire come le persone si impegnano con i contenuti del vostro canale.

La qualità dei contenuti è, ovviamente, un fattore importante per il successo del vostro canale e del vostro marketing video. Ma non è l’unica cosa a cui pensare: anche la struttura del canale è fondamentale. I video con un titolo sbagliato o un canale incoerente possono far sì che la prima visita di un utente sia anche l’ultima.

LEGGI ANCHE:  Algoritmo di YouTube: 5 Punti da Non Dimenticare

Un canale che offre contenuti, titoli e descrizioni ben studiati ha molte più probabilità di avere successo di un canale strutturato male.

I non fare per il canale YouTube

I “fare” per un canale YouTube

Di seguito sono elencate alcune delle cose principali su cui concentrarsi per rendere il vostro canale YouTube ancora più efficace:

Contenuti: assicuratevi che i vostri contenuti siano freschi e regolari. Avete considerato attentamente gli obiettivi e gli interessi del vostro pubblico di riferimento? Avete raccontato efficacemente una storia che offre valore e parla alle emozioni dei vostri spettatori?

Mantenete i vostri video in linea con le vostre parole chiave: Oltre ad aiutare il vostro pubblico a sapere che ha trovato un canale a cui si può riferire, è un aspetto importante del vostro SEO video.

Rendetelo visivamente attraente: Le miniature, i banner e il trailer del canale sono tutti importanti. Il vostro canale YouTube è una parte dell’identità del vostro marchio online.

Monitorate e seguite il vostro canale: Utilizzate le analisi di YouTube.

Assicuratevi di integrare il vostro canale con tutte le pubblicità che fate e sedetevi regolarmente per definire le strategie e i dati demografici che state cercando di coinvolgere.

I fare per un canale YouTube

I “non fare” per il canale YouTube

Mentre lavorate per ottimizzare il vostro canale e incorporare i “fare” del canale YouTube, cercate di evitare questi “non fare”:

Non cercate di rendere tutti i vostri video “virali”: Solo perché potete convogliare il traffico verso il vostro canale YouTube attraverso altri siti web di video. Vimeo e Tik Tok, ad esempio, possono entrambi indirizzare gli utenti al vostro canale.

LEGGI ANCHE:  10 modi efficaci per far crescere il tuo canale YouTube

C’è un tempo e un luogo per un video di marketing virale ed è importante sceglierlo con saggezza e scegliere il formato corretto.

Non lasciate che il numero di spettatori sia l’unico parametro da utilizzare per valutare il successo: Il coinvolgimento degli utenti è una metrica chiave da non dimenticare. Ad esempio, i vostri obiettivi potrebbero concentrarsi sull’aumento del tasso di clic (CTR) o dei nuovi abbonati piuttosto che sul numero di visualizzazioni.

Non mettete i contenuti più popolari in cima: Anche se la tentazione è forte, dovreste evitare di mettere i vostri contenuti principali in cima al vostro canale YouTube, perché questo serve solo a mettere in evidenza i video con meno visualizzazioni in basso.

L’elenco non deve essere ordinato in base alla popolarità, ma in base a ciò che pensate che il vostro pubblico di YouTube voglia vedere.

Non confondete i contenuti destinati a un mercato aziendale con quelli destinati a un mercato consumer: Può sembrare ovvio, ma succede spesso. Le persone che navigano tra i contenuti del vostro canale YouTube spesso sono alla ricerca di qualcosa di specifico; quindi separate i vostri video consumer da quelli corporate.

In conclusione

Il contenuto è sempre il fattore più importante in qualsiasi campagna di video marketing. Far arrivare i vostri contenuti al maggior numero di persone possibile è essenziale per il successo. Seguire queste semplici regole che abbiamo illustrato qui può davvero fare la differenza quando si tratta di massimizzare l’esposizione del vostro marchio su YouTube.

LEGGI ANCHE:  Come gestire le critiche negative su YouTube?

Come avete strutturato il vostro canale YouTube? Avete già incorporato alcuni di questi consigli?

Lascia un commento

Your email address will not be published.