Marketing che funziona! – Guida Completa

Come funziona il marketing su YouTube

La stragrande maggioranza degli utenti visita YouTube per il suo valore di intrattenimento.
Una buona parte di questi utenti di YouTube visita la piattaforma in cerca di intrattenimento e scopre un tesoro di informazioni e contenuti. Altre persone cercano su YouTube informazioni su un argomento che sono interessate ad approfondire.

In effetti, YouTube è una risorsa fantastica per la formazione. Per quanto riguarda il marketing, YouTube rappresenta un’opportunità unica che le aziende possono sfruttare per far arrivare il messaggio del proprio marchio al maggior numero di persone possibile. È importante entrare in contatto con i clienti principali in modo tale che il marchio sia visto come un riflesso dello stile di vita che conducono.

Un esempio eccellente è rappresentato da un noto marchio di moda. La scelta dell’abbigliamento, delle calzature e degli altri accessori di una persona sono tutti elementi del suo stile di vita.

Ad esempio, non è raro osservare che alcuni marchi di moda sono molto apprezzati da una particolare fascia di mercato, al punto che i clienti ritengono di non poterne fare a meno.

Gli individui hanno la possibilità di elevare il proprio status agli occhi di chi li circonda semplicemente indossando un determinato marchio di moda.

Questo è un esempio perfetto di quanto un marchio possa diventare influente.

Quando le aziende pongono una forte enfasi sul posizionamento strategico del loro marchio in modo tale che esso diventi radicato nella mentalità dei loro clienti principali, possono essere certe che questi ultimi continueranno ad acquistare i loro prodotti e servizi. Di seguito riportiamo un esempio di esercizio semplice ma utile, utilizzato per determinare l’influenza che i diversi marchi hanno sulla mentalità dei rispettivi clienti: Lo scopo di questa attività è creare associazioni di parole.

Quando i marchi si posizionano con successo sul mercato

Considerate la parola “scarpe” come un esempio di parola che può rappresentare un oggetto. Qual è la prima cosa che vi viene in mente quando pensate alle calzature, in particolare alle scarpe? Nella maggior parte dei casi, quando qualcuno nomina la parola “scarpe”, la prima cosa che gli viene in mente è una particolare marca di scarpe. Quando i marchi si posizionano con successo sul mercato, permeano la mente dei loro clienti in modo tale che diventa naturale per questi ultimi associare i prodotti e i servizi offerti dal marchio a tali prodotti e servizi. Negli esempi più estremi di posizionamento del marchio, il nome stesso del marchio diventa la parola usata per identificare il prodotto o il servizio in questione.

Prendete per esempio il fatto dei fazzolettini di carta “Clinex”. Quanti di noi usano il nome del marchi per menzionare un prodotto generico? In molti a quanto pare; è infatti normale sentire dire, “mi passi un clinex” Intendendo un fazzolettino di carta, indipendentemente dal fatto che poi la marca in questione sia quella, o magari, comprami lo “scottex“, intendendo un rotolo di carta da tavola, e ancora una volta, non intendendo alla marca specifica ma riferendosi ad un prodotto usando la marca più conosciuta dalle masse. Alla fine, qual è stato l’argomento più recente che avete “googlato”? Questa è un’illustrazione perfetta di come un marchio possa evolvere in un verbo in una determinata lingua.

Questo è l’apice di un posizionamento efficace del marchio.

Tenendo presente questo aspetto, YouTube offre alle aziende l’opportunità di posizionarsi nella mente del pubblico di riferimento, che è il loro cliente. È un’opportunità unica nella vita per entrare in contatto con i clienti, perché una strategia efficace di marketing online dovrebbe prendere in considerazione l’uso di YouTube come mezzo per fornire contenuti utili e pertinenti.

Questo coinvolgerà i clienti e li farà tornare a cercare altre offerte.

La parte difficile, tuttavia, è capire quali tipi di contenuti i clienti vogliono vedere e come fornire tali contenuti nel modo più efficiente possibile. È possibile che appoggiarsi ad altri YouTuber che offrono contenuti rilevanti per i clienti principali di un marchio sia il modo più semplice per raggiungere i propri clienti su YouTube. Questo può essere considerato come una forma di “endorsement” da parte di una celebrità (influencers). Tuttavia, prima di cavalcare la popolarità e il successo di altri creatori di YouTube, esamineremo come un marchio può creare i propri contenuti e utilizzarli per coinvolgere i clienti più importanti per lui.

In relazione ai canali di YouTube

Il termine “YouTube” viene spesso utilizzato per indicare una serie di diversi servizi di streaming video online. Gli utenti vengono immediatamente immersi in un mondo ricco di contenuti nel momento in cui accedono al loro account YouTube. I video sono utilizzati come metodo di trasmissione di questi contenuti. I video sono veicoli che trasmettono contenuti in formato visivo e gli utenti possono guardare e ascoltare i contenuti che vengono trasmessi all’interno del video stesso.

LEGGI ANCHE:  Come fare video su Youtube - La guida per principianti

Quando le persone guardano i video a scopo di intrattenimento, è più probabile che si mettano in secondo piano e assumano un ruolo più passivo. Grazie al loro ruolo passivo, possono trarre il massimo piacere dal potenziale di intrattenimento del video.

Come essere scoperti in YouTube

Per il modo in cui è organizzato YouTube, gli utenti hanno la possibilità di interagire con i video che guardano postando commenti, apprezzando o non apprezzando il video e condividendolo con i propri amici. Quando i video vengono utilizzati per scopi di marketing, il contenuto di questi video deve dare agli spettatori un’idea della proposta di valore che il marchio offre.

Questo breve sguardo non è altro che un metodo per estrarre alcune lezioni di vita di base dal video in questione, e viene fornito agli spettatori come cortesia. I video devono offrire qualcosa che gli spettatori possano apprezzare e trovare avvincente per convincerli a guardarli, soprattutto se si considera la quantità di concorrenza per l’attenzione degli spettatori. La produzione di un canale è di gran lunga il metodo più tipico utilizzato per la distribuzione dei video agli utenti.

Quando ci si riferisce a un metodo di comunicazione con i clienti principali, fino a questo momento abbiamo pensato al termine “canale”. In questo senso, un canale YouTube realizza proprio questo: è un canale attraverso il quale un marchio ha la possibilità di comunicare con i suoi clienti più fedeli. Tuttavia, non si può dare per scontato che i clienti principali consumino automaticamente i contenuti offerti solo perché sono su YouTube.

Questo non è un criterio sufficiente per fare questa ipotesi. L’azienda deve far capire chiaramente al suo pubblico target che è vantaggioso dedicare del tempo a consumare i suoi contenuti perché alla fine gli fornirà qualcosa che apprezzerà.

Pertanto, un marchio che stabilisce una presenza su YouTube non dovrebbe pensare di utilizzare il canale come veicolo per proporre l’acquisto dei propri prodotti.

Per quanto una presentazione di vendita possa essere raffinata, non riuscirà a coinvolgere il pubblico.

Quando è stata l’ultima volta che avete sentito qualcuno dire che guarda la televisione solo per gli spot pubblicitari? La stragrande maggioranza degli spettatori considera gli spot pubblicitari un’interruzione dell’esperienza di visione. Lo stesso principio si applica a YouTube. Per questo motivo, gli esperti di marketing si renderanno conto che i contenuti devono offrire al pubblico l’opportunità di interagire con il marchio in questione.

I clienti hanno un certo controllo sui prodotti e sui servizi che il loro marchio preferito può fornire come risultato di questa interazione con l’azienda. È importante notare che la creazione di un canale per il gusto di creare un canale potrebbe non dare i risultati desiderati. Un canale YouTube efficiente è come un mondo in miniatura che permette agli spettatori e ai potenziali clienti di immergersi completamente nell’esperienza che un particolare marchio offre.

Se si considera lo status dei marchi di lusso, si capisce come un canale YouTube possa diventare un riflesso di tale status. Pertanto, invece di fornire contenuti prodotti a basso costo, i marchi di lusso possono decidere di fornire video più complessi e che riflettono lo stile di vita dei loro clienti.

Di conseguenza, lo scopo principale del canale, oltre al contenuto, è quello di posizionare il marchio nella mente dell’utente.

Il video non contiene alcun tipo di messaggio di vendita, né esplicito né implicito.

È invece solo un’estensione dell’esperienza unica che un marchio di lusso offre. Per entrare efficacemente in contatto con i clienti a un livello più profondo, la scelta di lanciare un canale su YouTube deve essere motivata dal desiderio autentico di farlo.

Comunicare il significato desiderato

Il passo successivo, da compiere una volta che la vostra strategia di marketing ha accettato l’idea di creare un canale YouTube, è quello di definire la filosofia che governerà il canale. In altre parole, è necessario specificare l’ambito di copertura del canale.

Ad esempio, il vostro canale potrebbe offrire una serie di video “how-to” che, oltre a fornire ai clienti informazioni utili e suggerimenti da applicare nella loro vita, fungono da risorsa educativa. Inizialmente, l’idea di realizzare video gratuiti su come si fa, ci spinge a rivelare subito troppe informazioni.

I video devono offrire qualcosa che gli spettatori possano apprezzare

La produzione di video comporta, senza dubbio, un certo dispendio di denaro. Di conseguenza, potrebbe sembrare che guardare video gratuiti sia uno spreco di risorse. Invece, un video tutorial è un’ottima occasione per dimostrare come i vostri prodotti possono essere applicati per raggiungere gli obiettivi che il cliente si è prefissato.

LEGGI ANCHE:  Introduzione al Lite YouTube Embeds

Ad esempio, la vostra azienda ha creato un video che mostra come lucidare la carrozzeria della vostra macchina. I clienti traggono vantaggio da questo contenuto utile e gratuito, perché dimostra come possono finalmente far splendere un auto che non è più nuovissima.

Quando il video dimostra l’efficacia con cui i prodotti del vostro marchio possono far brillare il metallo e le vernici delle auto, entra in gioco l’aspetto marketing del video. Naturalmente, esiste la possibilità che i membri del pubblico adottino i vostri consigli e acquistino i prodotti di un’azienda concorrente.

Tuttavia, se si considera la definizione di marketing che abbiamo presentato all’inizio, ci si rende conto che lo scopo di questo video non è tanto quello di vendere prodotti, quanto piuttosto quello di posizionare il prodotto nella mente del cliente.

Vedi come fare lavorare marketing e vendite insieme

Pertanto, la prossima volta che i vostri clienti avranno bisogno di dare una bella lucidata alla loro auto, prenderanno immediatamente in considerazione l’acquisto di uno dei vostri prodotti. Questa è di gran lunga la strategia più comune che gli inserzionisti adottano quando commercializzano i loro prodotti o servizi su YouTube.

I contenuti che un marchio mette a disposizione del suo pubblico sono un modo per aprire la strada a un posizionamento più strategico del marchio.

I canali su YouTube hanno anche un’altra caratteristica molto utile: La compilazione di playlist è resa possibile dall’uso dei canali. Una compilazione di video che condividono un tema è nota come playlist.

Le playlist sono tipicamente organizzate in ordine cronologico. Questo viene fatto automaticamente dall’algoritmo di YouTube, ma non c’è motivo di affidarsi a YouTube quando si possono creare playlist per conto proprio.

Ciò consente di produrre contenuti basati su un tema più ampio. Pertanto, se gli utenti cercano contenuti associati a un particolare argomento, la risposta può essere trovata nella vostra playlist.

Diversi tipi di account

Gli utenti di YouTube hanno la possibilità di creare un account per visualizzare i contenuti, che è la prassi standard di YouTube. Anche se non è necessario, gli utenti decidono spesso di creare un account per poter salvare le impostazioni preferite, iscriversi ai canali e ricevere aggiornamenti sui nuovi contenuti.

Questi sono i tipi di account più comuni e consentono di accedere a una serie limitata di funzioni. Anche gli utenti con gli account più semplici possono caricare video su YouTube, purché rispettino i termini e le condizioni del sito.

Gli influencer aiutano un canale YouTube nel loro successo

Tuttavia, si consiglia vivamente alle aziende e ai marchi di creare un account di marca. Poiché i marchi sono in grado di gestire impostazioni specifiche relative al livello di interazione che gli utenti possono avere con i contenuti caricati, gli account dei marchi offrono più opzioni e funzionalità rispetto ai normali account utente.

È possibile, ad esempio, che i commenti vengano disattivati su un video per limitare l’accesso degli utenti. D’altro canto, i brand possono decidere di inserire un sondaggio nei loro video per stimolare la partecipazione degli spettatori.

Inoltre, la creazione di uno o più canali è possibile grazie all’utilizzo di un account del marchio.

Come regola generale, si dovrebbe creare un canale separato per ogni obiettivo distinto che il marchio persegue.

Ad esempio, se la vostra azienda vende diverse linee di prodotti, potreste decidere di creare un canale di distribuzione unico per ciascuna di esse. Inoltre, la vostra azienda potrebbe fornire una selezione di marchi diversi. Pertanto, ha senso avere più canali tra cui scegliere. Dopo tutto, non tutti i vostri clienti acquisteranno tutti i vostri prodotti. Di conseguenza, un canale è un metodo per informare i clienti su chi siete e sulla proposta di valore che offrite.

Se siete in grado di comunicare efficacemente la vostra proposta di valore, i contenuti che create trasmetteranno con precisione i benefici che i clienti traggono dal vostro marchio. In questo modo, i vantaggi che i clienti ricevono scegliendo la vostra azienda saranno molto chiari da evidenziare. Sebbene YouTube sia solo uno dei metodi di marketing online, è uno dei più popolari ed efficaci metodi di comunicazione con i clienti attualmente disponibili.

L’integrazione di YouTube con altre piattaforme di social media e veicoli di marketing digitale deve essere parte integrante della vostra strategia complessiva, che deve avere un approccio olistico. Tenete presente che la vendita di prodotti è in genere l’ultima cosa che fanno i marchi di successo.

Il modo migliore per promuovere la propria visibilità

Su YouTube sono disponibili letteralmente milioni e milioni di video. Di conseguenza, avete l’obbligo di garantire che il vostro canale e i suoi contenuti siano distintivi. Inoltre, dovete fare in modo che i vostri spettatori vi trovino facilmente su Internet. L’algoritmo di YouTube consiglia i video agli utenti in base ai contenuti che guardano e ai canali a cui si iscrivono.

LEGGI ANCHE:  5 cose diverse che si possono fare con i video di marketing su YouTube

D’altra parte, la probabilità che i vostri clienti vi scoprano grazie all’algoritmo di YouTube è, nella migliore delle ipotesi, estremamente bassa. Per questo motivo, è indispensabile rendere il vostro marchio visibile agli utenti. Per raggiungere questo obiettivo si possono adottare essenzialmente due approcci diversi. Il primo passo consiste nello sviluppare un canale di successo che presenti contenuti eccellenti che il vostro pubblico divorerà in grandi quantità.

Non appena l’algoritmo di YouTube rileva che un marchio è diventato popolare grazie ai risultati ottenuti da un canale, questo apparirà in una posizione di rilievo. I video che ricevono un numero elevato di visualizzazioni salgono nella classifica dell’algoritmo, rendendo più probabile la loro visualizzazione da parte degli utenti.

Questi sono i video che vengono visualizzati in cima alla homepage sotto forma di suggerimenti. In alcuni casi, i video iniziano a guadagnare popolarità e diventano una “tendenza”.

Quando un video “fa tendenza”, significa che ha guadagnato una quantità significativa di popolarità in un periodo di tempo relativamente breve.

Questo accade molto spesso quando i video riflettono un argomento attualmente popolare o contengono contenuti che gli utenti sono molto interessati a guardare. Esiste anche il fenomeno dei video che diventano virali. Si dice che i video sono diventati “virali” quando ricevono milioni di visualizzazioni in un tempo relativamente breve.

Gli influencers stanno acquistando un grande valore per il successo di un canale in YouTube

Quando un video diventa virale, può fornire un’incredibile quantità di esposizione a un marchio, ma è quasi impossibile prevedere come o perché diventerà virale. La creazione di un canale di successo richiede un investimento significativo in termini di tempo e impegno, il che va da sé. In particolare, è necessario mantenere un livello costante di contenuti per tutta la durata della trasmissione agli spettatori.

Un marchio che fa un uso efficace dei contenuti, con il passare del tempo, svilupperà un legame con i suoi clienti principali in modo tale da raccogliere la devozione di un seguito. L’aumento della visibilità di un marchio può essere ottenuto anche “cavalcando la popolarità” di YouTubers famosi, che è il secondo metodo.

Il sito di condivisione video YouTube ha catapultato sotto i riflettori persone altrimenti insignificanti.

Inoltre, è proprio questa popolarità che consente ai marchi di guadagnare grazie ai loro rispettivi seguaci. Gli YouTuber sono di tutte le forme e dimensioni. Per questo motivo, i marchi possono trovare le star e i canali che risuonano con i loro clienti principali. Per esempio, un canale dedicato esclusivamente alla moda potrebbe coltivare un pubblico di giovani donne.

Di conseguenza, i marchi che vendono abbigliamento e accessori destinati alle ragazze adolescenti possono decidere di diventare inserzionisti a pagamento sul canale per sfruttare la sua popolarità. Questa strategia è difficile da attuare per i marchi più piccoli, che potrebbero non avere le risorse finanziarie necessarie per competere con i marchi più grandi per gli spazi pubblicitari su un determinato canale.

Ciò rappresenta un’opportunità significativa di visibilità del marchio per le aziende più grandi che dispongono delle risorse finanziarie necessarie per concludere accordi di sponsorizzazione con i principali creatori di contenuti di YouTube.

L’acquisto di spazi pubblicitari tra un video e l’altro è un altro metodo che può derivare dalla strategia di “sfruttare” il successo di altri marchi famosi. I marchi hanno la possibilità di inserire i loro video su YouTube sotto forma di spot pubblicitari, che possono apparire prima dell’inizio della riproduzione di un video o anche durante la riproduzione stessa.

Per attuare questa strategia, le aziende devono creare i propri video brevi, di solito della durata massima di 30 secondi, in modo che possano essere visti dai clienti.

Poiché YouTube impone agli utenti di guardare i video solo per un totale di cinque secondi prima di dare loro la possibilità di cliccare sul video o di chiuderlo, è indispensabile comunicare il senso di questi video entro i primi secondi di riproduzione. L’approccio pay-per-click è sostanzialmente il fulcro di questa strategia. Gli inserzionisti pagheranno solo quando gli utenti faranno clic sul video, quindi è importante tenerlo a mente.

I canali che sono stati definiti “appropriati per la pubblicità” saranno disponibili per gli inserzionisti. Quando un video o un canale raggiunge questo livello di riconoscimento, indica che è in procinto di “monetizzare”. Grazie alla monetizzazione, i canali hanno l’opportunità di generare entrate ogni volta che un utente clicca sul video di un inserzionista mentre sta guardando i contenuti del canale stesso.

Lascia un commento

Your email address will not be published.